Libri

Spazio Scuola

Attività & news

Interno95 Libri >> Archivio >> Narratori contemporanei

Fuori casa

Fuori casa Edizioni Terra marique Mineo Marzia

Autore: Mineo Marzia
Editore: Edizioni Terra marique
Collana: Voci narranti
Prezzo: 10,00 €

Data pubblicazione: Marzo 2019
Pagine: 63
EAN: 9788897712855
Genere: Letteratura, Narratori contemporanei

Prenota il libro




Laura non crede che Antonio apprezzerà e condividerà la sua scelta di raccontare queste storie a me, Marcello forse si offenderà ma non troppo, coverà un po’ di rancore per qualche tempo. Antonio non amava parlare troppo di sé, preferiva ascoltare, dare qualche sollecitato consiglio, ma Laura si.Il terzo “actant” del trio, dispiaciuto di non rivestire un ruolo principale, ha ritenuto opportuno tirarsi fuori, non ha ascoltato le richieste di aiuto, gridate o forse solo sussurrate dalla sua “amica-viaggiatrice” lanciata in una corsa spericolata. La famosa frase non riportata nel testo che Laura aveva pronunciato al suo pretendente amante: -Non voglio averti dentro… (alludendo al suo smanioso cazzo da prestazione) si rivoltò contro di lei, per cui Antonio le restò dentro ma, dove lei aveva deciso che lui stesse: nel suo cuore e nei suoi ricordi.Allora, Laura mi ha chiesto di ordinare i suoi racconti, di trascrivere le sue disordinate riflessioni, scaturite per caso, durante quell’anno scolastico così vario, massacrante ma “liberatorio” di tanti pesi inutili.Come un giro in mongolfiera, in cui ad un certo punto si eliminano i sacchetti pieni di sabbia, per librarsi in un volo più leggero. Io non potevo negarle questa possibilità, questo sfogo o “canto libero” come direbbe il caro Battisti. Antonio non saprà perdonarle quest’ultima debolezza e puerilità tipicamente femminili, come al solito, ma non importa; Laura saprà farsene una ragione. Marcello riprenderà in futuro, forse, ad esserle amico. Laura ed Antonio sono la notte ed il giorno, il nebuloso e la concretezza, il tramonto e l’aurora: due esseri, con improvvisi slanci di vitalità e terribili ed irrefrenabili assalti di buie depressioni. Perché esistono esseri così complicati “lontano-vicini” su questa terra?

 

Note sull’autrice (1960)

 

Marzia (Maria Letizia) Mineo, da quando ha imparato a scrivere, a sei anni, non si è più fermata. Copiati di bella grafia,esercizio obbligatorio nella scuola sessantottina, poesie, canzoni e poi ,diari, un’infinità di bloc notes, la sua prima pratica di scrittura. Racconti e anche un romanzo, proprio Al di fuori di noi che ha trovato il suo editore. Scrittura terapeutica,all’inizio, diventata a poco a poco una forma di denuncia. Per vivere insegna o meglio fa finta di insegnare in un istituto professionale di Palermo dove dovrebbero formarsi cuochi, pasticcieri, hostess in un settore splendido ma poco sfruttato. Reagisce al suo malumore e alle sue poche gratificazioni con la scrittura, con altri appassionati come lei di narrativa e altro come la narrazione orale e forme di drammatizzazione che ha adattato anche in classe pur di incuriosire e scuoter dal loro torpore, non solo invernale, i suoi alunni. Le hanno pubblicato due racconti Pizzetta e A suon di musica (2005)

Diario …amico mio una pagina di diario femminile,2012, Siamo tutti scrittori omonima antologia 2013, il cui racconto ha ispirato il titolo alla curatrice D. Altavilla. Ha rappresentato un suo testo Giovà pigghiati sta pausa a L’arsenale delle apparizioni  di Casteldaccia (2013) e al Fiestart di Bagheria (2014). Ha pubblicato Oggetti parlanti (primavera 2017)perché preferisce ascoltare le cose più che le persone  wathappate o professioniste della parola e rinascere ad ogni primavera.

Collabora saltuariamente con il gruppo AAS e con il suo animatore , se le lascia piena libertà di espressione e quindi carta bianca in e fuori scena.

Individualista e solitaria per scelta,attraverso la pagina scritta fissa  ricordi, figure e immagini. Ironica e pungente si diverte scrivendo e leggendo qualche suo brano anche in classe ai suoi alunni coinvolgendoli in forme teatrali.(Une minute de poésie,2016) Ha cominciato a fare teatrino in aula. Un’alunna, non comprendendo lo stile personale e insolito se non unico,della sua prof, l’ha chiamata buffona e in un certo senso lo è, sa ridere per non piangere.



Le opinioni dei lettori



Libreria Interno95
Prolungamento Via Dante, 95 90011 Bagheria (Palermo)
Libreria indipendente al servizio della passione per la lettura...
PIVA. 05730350823
Tel. 091 966575 - 091-6193624
Email. info@libreriainterno95.it

Cookie Policy
Questo sito è un prodotto Software Point